FANDOM


Teoria complottista sulla presenza di un giro di pedofilia, comprendente torture e omicidi, in specifici importanti ambiti della politica e della società americana, diffusasi in seguito alla pubblicazione alla fine del 2016 da parte di Wikileaks delle mail di John Podesta, legato al partito democratico e in particolare a Hillary Clinton, e alla speculazione sul significato di alcuni messaggi ritenuti in codice. Il centro operativo di tale elite pedofila sarebbe la pizzeria Comet Ping Pong di Washington, di proprietà di James Alefantis, luogo e figura legati a raccolte fondi per i Democratici.

Sunto

La teoria complottista denominata “pizzagate”, diffusasi sui social network e nella rete con l'hashtag omonimo, ha preso piede dalla lettura dell'epistolario virtuale di John Podesta, importante figura dell'area democratica americana legata in particolare a Hillary Clinton, pubblicato da Wikileaks. In esso si trovano scambi ritenuti inusuali e poco chiari utilizzanti in particolare il vocabolo “pizza”, ed altri in ambito alimentare - che hanno indotto alcuni a sospettare un significato non letterale.

E' stato quindi ipotizzato che tali espressioni fossero parte di un gergo codificato. Il passo successivo è stato associare l'utilizzo del vocabolo “pizza” a quella dell'espressione “cheese pizza”, usata da alcuni in rete, a partire teoricamente dai pedofili stessi, per riferisi in modo obliquo al “child porn”, ovvero alla pedopornografia, in virtù delle stesse iniziali (c p). Sulla base di tale presupposto si è assegnato ad ogni vocabolo presente in questi scambi un significato indicante preferenze sessuali imperniate sulla pedofilia.

In aggiunta, trovando tra i contatti di Podesta anche una vera e propria pizzeria, la Comet Ping Pong di Washington, e rilevandone l'importanza dal punto di vista della raccolta fondi per i Democratici e del rapporto personale del titolare con i fratelli Podesta, si è esaminato quell'ambiente e i suoi frequentatori trovando supposti indizi, se non prove, che si tratterebbe della copertura del giro di pedofilia sospettato, copertura perfetta in quanto coincidente concretamente con la terminologia codificata, e in quanto luogo di frequentazione anche per bambini, in particolare per l'offerta di tavoli da ping pong gratuiti.

Teorie, indizi e prove

Figure coinvolte

James Achilles Alefantis e Comet Ping Pong

In contatto con John Podesta via mail, nonchè in rapporti personali con Tony Podesta, Alefantis è il proprietario del Comet Ping Pong, dove organizza eventi per raccogliere fondi per la campagna elettorale di Hillary Clinton. Il Comet Ping Pong viene individuato dai complottisti come centro del giro di pedofilia, di abuso rituale a sfondo pagano o satanista.

John e Tony Podesta

Link:

Community che stanno investigando

Link correlabili